L'angoscia e il sollievo: il vecchio trucco dei "segreti"

di Marco Corvaglia

Mirjana Dragićević negli anni Ottanta

 


Tra le caratteristiche comuni nei cosiddetti Nuovi Movimenti Religiosi (NMR) vi è la "spasmodica attesa: il fenomeno è particolarmente evidente nei culti che attendono il finimondo, ma anche gli altri culti aspettano un evento e si addossano un compito di preparazione” [Michele Del Re, Le nuove sette religiose, Gremese, 1997, pag. 19].

 

La manifestazione dei segreti di Medjugorje era presentata come imminente già dal 1981. In merito al terzo segreto (il cosiddetto grande Segno), seguiamo una serie di messaggi tratti dal «diario» di Vicka (quaderno 1).

27 agosto 1981:

 

Le [alla Madonna] abbiamo chiesto del segno ed essa ha detto: “Presto, ve l’ho promesso”
[René Laurentin, Messaggio e pedagogia di Maria a Medjugorje. Raccolta cronologica dei messaggi, Queriniana, 1988, p. 145]

29 agosto 1981:

Ivanka: - Ci lascerai presto il segno?

- Ancora un po' di pazienza.

[Ibidem]

30 agosto 1981:

Jakov chiede del segno:

- Ancora un po' di pazienza!

[Ivi, p. 146]

3 settembre 1981:

Jakov: - Quando verrà il segno annunciato?

- Ancora un po' di pazienza!

[Ivi, p. 147]


Negli anni Ottanta, i veggenti di Medjugorje hanno inoltre spesso sottolineato la natura apocalittica della maggior parte dei segreti che si dovrebbero avverare.
Il 25 dicembre 1982 Mirjana riceve questo messaggio:

Mirjana, ti ho scelto, ti ho confidato tutto l'essenziale. Ti ho anche mostrato molte cose terribili.
[
Ivi, p. 174]

 


Il 10 gennaio 1983 Mirjana, intervistata da Vlašić, asserisce:

 

So la data precisa in cui ognuno dei segreti si manifesterà.
[Robert Faricy, Lucy Rooney, 
Maria, regina della pace, Ancora, Milano, 1984, p. 64]

 


Il 25 dicembre 1984 Mirjana aggiunge:

 

Il momento si avvicina. Qualche giorno prima avvertirò un sacerdote.
[René Laurentin, 
Le apparizioni di Medjugorje continuano , Queriniana, Brescia, 1986, p. 32]

 


In questo periodo, la veggente scelse anche il sacerdote, Petar Ljubičić (nato nel 1946), a cui rivelare i segreti dieci giorni prima che si realizzino, secondo la volontà della Madonna.

 


Il 25 ottobre 1985 Mirjana racconta:

 

La Santa Vergine [...] mi ha mostrato come in un film la realizzazione del primo segreto: lo stato desolato e desolante del mondo dopo questo primo avvertimento.
[
Ivi, p. 34]

 


Il 30 novembre 1985, dopo un’apparizione straordinaria, incentrata sul primo segreto, Mirjana fa un’ennesima esplicita dichiarazione:

 

«Sarà doloroso» ella ha confermato. «Verrà tra poco tempo»
[
Ivi, p. 36]

 


Il 25 giugno 1986 lo storiografo “ufficiale”, padre René Laurentin, interroga Mirjana:

 

Ma questi segreti non sono tutti tristi o gravi?
No, mi ha risposto sorridendo, ma la maggior parte.
[Ivi, p. 40]

 


Viene però al contempo anche evidenziata la via d'uscita. Mirjana aggiunge:

 

 

Se noi amiamo Dio nostro Padre, e la nostra Madre, è chiaro che non ci può accadere nulla di veramente brutto.
[Ibidem]

 


Il 2 febbraio 1990 Mirjana dichiara:

 

Se la Madonna non mi sostenesse, io non potrei sopportarli, tanto i segreti sono duri per me! Nello stesso tempo, mi dice che non devo, che non dobbiamo essere spaventati. Dobbiamo accettare Dio come nostro Padre e Maria come nostra Madre.
[R. Laurentin, 
Dernières nouvelles de Medjugorje, n° 9, O.E.I.L., Paris, 1990, p. 125]

 


Nello stesso anno, di fronte al mancato avveramento della "profezia", quello che allora era il più noto difensore di Medjugorje a livello mondiale, padre René Laurentin, ammetteva quanto segue:

 

Mi stupisce che Mirjana abbia parlato dei segreti e predisposto il piano per la rivelazione dal 1984, poiché, conoscendo le date, sapeva che non si sarebbero realizzati così presto.
[
Ivi, p. 18]

 


Qualche anno più tardi Laurentin intervistò ancora Mirjana su questo argomento:

 

Il 14 marzo 1993 le ho chiesto:
-Nel 1984 è sembrato che tu ti sia affrettata a contattare padre Petar: il sacerdote scelto per la rivelazione dei segreti. Se sapevi già che la data della realizzazione era così lontana, perché l'hai fatto con tanto anticipo?
- Era necessario che padre Petar si preparasse.
[R. Laurentin, 
Dernières nouvelles de Medjugorje, n° 12, O.E.I.L., Paris, 1993, p. 19]

 


Padre Petar si sta ancora preparando.

 


Intervistata nel 2010, Mirjana assicura che «le cose si sono, piano piano, messe in moto» [Kresimir Šego, I veggenti raccontano, Medjugorje 2011, p. 29].
La tecnica manipolatoria di presentare sempre come imminente la rivelazione degli eventi preannunciati è vecchia ma funziona. E così, ancora nel 2016, nella propria autobiografia, Mirjana ripete:

 

Le cose stanno cominciando piano piano a svilupparsi.
[Mirjana Dragićević Soldo, Il Mio Cuore Trionferà, Dominus Production, 2017, p. 446 (edizione originale: My Heart Will Triumph, Catholic Shop Publishing, Cocoa FL 2016)]

 


E aggiunge:

 

È possibile che stiate leggendo questo libro dopo che i segreti siano stati rivelati.
[Ivi, p. 399]

 


Non solo i devoti di Medjugorje ma anche moltissimi gruppi attendono eventi futuri, spesso apocalittici. Non di rado vengono addirittura indicate date precise.
Ebbene, si potrebbe pensare che ciò esponga alla verifica e, conseguentemente, alla smentita. Non è assolutamente così. Se fosse così, non ritroveremmo questa tecnica in tanti NMR.
L'attesa dell'evento crea emotività e inquietudine, ma la credenza garantisce sollievo, conforto e protezione.


Marc Galanter, direttore dell’équipe di studio dei NMR istituita dall’American Psychiatric Association, osserva:

 

Il gruppo agisce come una pinza psicologica, promuovendo angoscia mentre al tempo stesso dà sollievo.
[Marc Galanter, 
Culti, Sugarco, Carnago, 1993, p. 142]

 

 

*****


Steven Hassan, psicologo esperto di NMR, nel suo libro, tradotto in sei lingue, Mentalmente liberi [titolo originale: "Combatting Cult Mind Control"], osserva che in genere viene fornita una data che si colloca in "un periodo abbastanza lontano nel tempo per non essere smentiti troppo presto e abbastanza prossimo da servire come forte incentivo".
Dopo di che, numerosi gruppi rispondono al mancato avveramento della profezia "posticipando di qualche anno il grande evento" [S. Hassan, Mentalmente Liberi, Avverbi, Roma, 2002, p. 125].

 


Il culto "Baha'is Under the Provisions of the Covenant" nel 1973 preannunciava che il 29 aprile 1980 un'esplosione nucleare avrebbe devastato il mondo, mentre nel 2000 Cristo sarebbe tornato sulla terra; in Canada "La Mission de L'Esprit Saint", guidata da Emmanuel Robitaille, annunciava, nel 1973, che la fine del mondo sarebbe avvenuta entro il 1975.
I Testimoni di Geova hanno previsto la fine dei tempi ed il ritorno di Cristo, con il Giudizio finale, per l'anno 1874, poi li hanno spostati al 1914, poi al 1918, al 1925, al 1932, al 1935, al 1942, al 1975 e, infine, al 2000.
A Garabandal, in Spagna, tra il 1961 e il 1965 ci furono delle ben note presunte apparizioni della Madonna (non riconosciute dalla Chiesa). Nel Diario della "veggente" Conchita si legge:

 

La Vergine mi ha detto la data del miracolo e in cosa consisterà. Io lo devo comunicare otto giorni prima, affinché la gente venga. Il Papa lo vedrà ovunque sarà, e anche padre Pio.
[
Diario de Conchita, Nuestra Señora del Carmen de Garabandal, New York, 1972, pp. 69-70]

 


Queste sono parole tratte da una lettera che Conchita scrisse ad un membro della Commissione d’indagine istituita dal vescovo di Santander:

 

Sono certa che il miracolo avverrà, perché la Vergine me lo ha detto, e conosco anche la data del miracolo e in cosa consisterà il miracolo che la Vergine farà per il mondo. Sono sicura che il miracolo avverrà come so che due più due fa quattro.
[Francisco Sánchez Ventura y Pascual, 
The Apparitions of Garabandal, San Miguel Publishing, Detroit, 1970, p. 133]

 


Un'altra dichiarazione scritta di Conchita:

 

Non sussisterà il minimo dubbio che viene da Dio […] Ai Pini [il luogo dove avvenivano alcune delle "apparizioni", nda] rimarrà un segno del miracolo, per sempre. Potrà essere filmato e ripreso in televisione.
[Ivi, p. 179]

 


Il Grande Miracolo fu promesso e annunciato a Garabandal nell'estate del 1961. Non si è mai verificato nulla.

 


Per venire a Medjugorje, merita di essere menzionato un dato numerico (verosimile ma non rigoroso dal punto di vista statistico).
Un sondaggio online, lanciato nel 2013 (e ancora attivo nel 2016) dal sito madonnadimedjugorje.org, ha domandato ai devoti di Medjugorje: "Secondo te, quando inizieranno a realizzarsi i segreti?". Il 58% dei 3.648 partecipanti al sondaggio ha risposto: "Dal 2015 al 2020". Solo l'11% complessivo dei devoti ha pensato ad una data collocata oltre il successivo decennio.

Il sondaggio lanciato nel 2013 dal sito www.madonnadimedjugorje.org

 


Ovviamente, come sempre accaduto in passato, dopo che il periodo sarà trascorso vanamente, l'attesa si sposterà al periodo successivo.

Marco Corvaglia

Pubblicato l'8 agosto 2008. Modificato il 22 luglio 2017

Copyright © Marco Corvaglia. Riproduzione riservata

Ecco il link al video del servizio su Medjugorje (con la mia partecipazione) mandato in onda dalla trasmissione Le Iene su Italia 1 il 26 marzo 2021.