Chi sono

 

Nato nel 1969, laureato in lettere, sono autore del libro La verità su Medjugorje. Il grande inganno, edito da Lindau nel 2018 (vecchia edizione: Medjugorje: è tutto falso, 2007).

Sono stato relatore, sul tema "Le radici nascoste di Medjugorje", nell'ambito delle sessioni in lingua italiana del congresso internazionale "Manipulation, Abuse and Maltreatment in Groups", organizzato dall'ICSA (International Cultic Studies Association), con il patrocinio del GRIS (Trieste, 2013).

Ho fornito consulenza per la realizzazione di servizi televisivi su Medjugorje mandati in onda dalle emittenti LA7 (PiazzaPulita  del 26/3/2017, a cura di Andrea Casadio) e Italia 1 (Le Iene del 30/3/2021). 


Hanno parlato di me:
 

  • Rai 1, L'Arena, 28 febbraio e 28 marzo 2010

  • El Mundo, 5 settembre 2010

  • Canale 5, Matrix, 4 gennaio 2011

  • Rai News, L'inchiesta, 16 giugno 2011

  • Rudo Franken, Eine Reise nach Medjugorje, Dominus Verlag, Augusta 2011

  • Radio Vaticana (programmazione in lingua ungherese), Medjugorje – maszk nélkül, a cura di p. Szabó Ferenc, 1 marzo 2012 [Testo della trasmissione e audio (Radio Vaticana)]

  • Službeni vjesnik (organo ufficiale della diocesi di Mostar), n. 1, 2012

  • Marijana Belaj, Milijuni na putu. Antropologija hodočašća i sveto tlo Međugorja, Jesenski i Turk, Zagabria 2012

  • Rino Cammilleri, Le lacrime di Maria, Mondadori, Milano 2013

  • Rai 3, La Grande Storia, 1 agosto 2014 e 10 giugno 2016

  • Rai Radio 1, Radio anch'io, 24 giugno 2015 [Streaming della trasmissione]

  • New York Times, 27 agosto 2015

  • Donal A. Foley [con mia prefazione], Comprendere Medjugorje, Cantagalli, Siena 2017

  • Wired, 15 settembre 2018

  • Rivista Teologica di Lugano (quadrimestrale della Facoltà di Teologia di Lugano), anno XXIII, n. 3/2018.

  • Saverio Gaeta, Medjugorje. La vera storia, Edizioni San Paolo, Milano 2020

  • Italia 1, Le Iene, 26 marzo 2021

  • Ratko Perić, Žanić o Međugorju. Istinom po neistinama, Mostar, 2021

Dal punto di vista delle posizioni religiose, sono stato un cattolico praticante fino all’età di circa trent'anni e poi sono diventato semplicemente un osservatore neutrale della fenomenologia religiosa.